La funzione del tutor può essere esercitata da psicologi iscritti all’Albo sezione A da almeno 3 anni, con rapporto di lavoro a vario titolo, purché non inferiore alle 20 ore settimanali.
Il tutor non può seguire più di due tirocinanti contemporaneamente e ha le seguenti funzioni:
- introdurre al contesto (istituzionale, interpersonale, tecnico-strumentale) entro il quale si svolge il tirocinio;
- effettuare, insieme al tirocinante, una specifica programmazione dell'esperienza, definendo obiettivi, metodi e fasi;
- verificare, attraverso un costante monitoraggio, l'esperienza svolta dal tirocinante, aiutandone la comprensione critica;
- procedere ad una valutazione consuntiva del tirocinio.
E' anche compito dello psicologo-tutor annotare sia le presenze sia le attività effettuate dal tirocinante sul libretto rilasciato a quest'ultimo dall'Università.

Se la struttura individuata, ed il relativo tutor, possiedono queste caratteristiche è necessario rivolgersi allo Sportello Tirocini (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) per la compilazione della convenzione.