Dettagli corso

Nessun prerequisito.
La frequenza è obbligatoria.

Alla fine del corso lo studente sarà in grado di impostare un primo colloquio psicologico clinico anche al fine di una corretta psicodiagnosi descrittiva ed esplicativa.

PARTE TEORICA
- Il colloquio psicologico e le sue principali differenze con altre forme di colloquio individuale;
- ermeneutica del testo (teorie generali);
- elementi di semiotica del testo;
- l'identità narrativa, la storia individuale e gli orizzonti d'attesa;
- le fratture dell'identità personale nella storia di vita;
- uso e abuso dell'interpretazione;
- il ciclo testo-contesto;
- strategie di formulazione delle domande;
- strategie di accoglimento delle risposte;
- il silenzio;
- la comunicazione, il senso e i significati;
- dal colloquio alla diagnosi;
- la restituzione.

PARTE CLINICO-APPLICATIVA
-esercitazioni pratiche su materiale portato dagli studenti;
-esercitazioni pratiche di colloqui psicologici in gruppo;
-esemplificazioni cliniche su materiale video-registrato di primi colloqui psicologici.

Lezioni frontali, esercitazioni in gruppo, osservazione di primi colloqui videoregistrati.

La prima sessione d'esami consiste nella simulazione di un primo colloquio, con lo studente nella veste dello psicologo. Un psicologo esperto simulerà un proprio paziente, e lo studente dovrà dimostrare di essere in grado di applicare, praticamente, le metodologie apprese durante il corso.


 

L'intera procedura sarà implementata nel più assoluto r

Liccione D. (a cura di) (2012). Casi Clinici in Psicoterapia Cognitiva Neuropsicologica. Libreriauniversitaria edizioni, Padova.