Alle strutture si richiede la presentazione dei seguenti documenti: documento formale dell'Ente (statuto, atto costitutivo o altro), da cui si possa accertare la rilevanza dell'attività psicologica svolta; dichiarazione relativa al ruolo, funzione e attività del tutor, che deve essere iscritto all'Albo A da almeno 3 anni; progetto inerente l'attività formativa di tirocinio.

 

Gli Enti che desiderano segnalare la propria disponibilità come sedi di tirocinio possono indirizzare la loro domanda allo Sportello Tirocini. La domanda dovrà specificare le strutture e/o i servizi disponibili ad accogliere i tirocinanti, le corrispondenti aree applicative, il numero dei posti annualmente disponibili, il nome del Responsabile del Servizio di Psicologia, ove esistente, o dello psicologo referente per i tirocini.